L'editoriale del direttore: Apostrofo rosa e Monza da mito

L'editoriale del direttore: Apostrofo rosa e Monza da mito

Perez si toglie la soddisfazione di vincere il primo GP in carriera da licenziato, nel weekend che ha incoronato Mick Schumacher campione in F2. Monza teatro magnifico per l'esibizione vincente di Ogier nel WRC

Andrea Cordovani

9 dicembre 2020

La vittoria di Checo Perez a Sakhir è un apostrofo rosa che si piazza in un finale di stagione incendiario sul fronte delle emozioni. Con le valige fuori dalla porta della F.1, in attesa di una chiamata dalla Red Bull, il messicano artiglia di forza la prima vittoria della carriera e regala a Racing Point una gioia indimenticabile. La bellezza di questa storia è proprio qui, nascosta tra le pieghe di una vicenda umana e agonistica che non può lasciare indifferenti.


Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora
  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi