Wurz: "Halo potrà non piacere ma F1 modello per la sicurezza"

Wurz: "Halo potrà non piacere ma F1 modello per la sicurezza"©  sutton-images.com

Prime reazioni alla decisione dello Strategy Group di rendere obbligatorio l'Halo sulle monoposto dal 2018. Dalla GPDA arrivano le parole di Alex Wurz

F.P.

20 luglio 2017

Era il gennaio del 2016 quando per la prima volta dalla GPDA, per voce del suo presidente Alex Wurz, arrivò decisa la richiesta di protezioni supplementari per la testa del pilota. L'introduzione dell'Halo sarà una pietra miliare nella storia della Formula 1, tale è la portata del cambiamento che si realizzerà.

L'annuncio dell'obbligatorietà dal 2018 del dispositivo è stato commentato da Wurz favorevolmente: «Relativamente all'introduzione di una protezione per la testa supplementare, come detto più volte, noi piloti rispettiamo l'impegno della FIA sulla sicurezza e supportiamo la continua ricerca per rendere le corse più sicure. Negli ultimi decenni abbiamo visto aumentare velocità e tempi sul giro sempre più rapidi, e questo andare in cerca di corse al top è possibile unicamente per la maggiore sicurezza. Ugualmente, nello stesso periodo abbiamo registrato un incremento della popolarità del nostro sport, la Formula 1 è un modello di comportamento per il continuo incremento di sicurezza senza mettere a rischio le prestazioni».

Sarà difficile far digerire agli appassionati quello che sarà, di fatto, uno snaturamento del concetto di monoposto aperta che ha definito la Formula 1 sin dagli albori e di certo non apporta un contributo nel migliorare l'estetica. «Sebbene la soluzione dell'Halo potrebbe non essere per tutti la più piacevole esteticamente, noi piloti continueremo a correre e spingere il più possibile in pista, in quella che è la chiave della continua crescita e popolarità della Formula 1», aggiunge Wurz ad Autosport. 

Un equilibrio irraggiungibile quello tra le esigenze di protezione ulteriore della testa del pilota (area già oggetto di interventi nel 1996, quando vennero rese obbligatorie le protezioni laterali) e l'idea stessa di cockpit aperto: un ossimoro che la FIA è determinata a cancellare.

Sterzi a parte: L'Halo è peggiore dei mali che vuole curare

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi