Obiettivo, alzare l'asticella e continuare il percorso di crescita. Il Campionato del Mondo di Formula 1 2020 della Renault riparte dai 91 punti e dal quinto posto nel Costruttori dello scorso anno, con la voglia di migliorarsi e prendersi il ruolo di outsider principale alle spalle di Mercedes, Ferrari e Red Bull.

Presentazione senza macchina

Linea del traguardo tracciata, peccato che la monoposto che deve tagliarla, per ora, ancora non c'è. La R.S.20 non è stata mostrata durante la presentazione, perché è ancora in assemblaggio in fabbrica. A Enston non hanno intenzione di ripetere l'avvio in salita vissuto dalla R.S.19, con lo sviluppo indirizzato sulla strada giusta solo nella seconda parte di stagione, forse per questo stanno sfruttando tutto il tempo a disposizione. “Fisicamente la nuova macchina non esiste ancora – Ha confermato Abiteboul - Sarà pronta settimana prossima per i test di Barcellona”.

Probabilmente, il ritardo del progetto 2020 è da imputare anche al cambio regolamentare del 2021. Nel corso di questa stagione, la crescita di entrambe le macchine dovrà andare in parallelo ed è un impegno non facile da gestire.

“Quest'anno – Ha proseguito il team principal - Ci vedrà tracciare la migliore strada possibile per le principali modifiche normative del 2021, i cambiamenti alla struttura organizzativa che abbiamo fatto, sono stati necessari proprio per raggiungere questi obiettivi. Ci avviciniamo a questa nuova stagione con umiltà e ambizione.

Cosa hanno detto Ricciardo e Ocon

Fari accesi anche su Daniel Ricciardo. L'australiano è al secondo anno in Renault, ci si aspetta molto da lui, come il pilota spera che la R.S.20 gli permetta, finalmente, di tornare a esibirsi nelle sue celebri staccate. "Non vedo l'ora di migliorare il feeling con la squadra – Ha detto Ricciardo - Dopo l'esperienza delle scorsa stagione, quest'anno le cose saranno più facili. Mettiamo in pratica quello che abbiamo imparato."

Abiteboul ha parlato dei cambiamenti organizzativi, ma ne è avvenuto uno enorme anche nella line-up. Non c'è più Hulkenberg, il suo posto è stato preso da Esteban Ocon.

Pilota francese su una macchina (anglo)francese. Sull'ex protetto da Wolff pressioni e aspettative sono tante anche perché è chiamato, fin da subito, a dimostrare di essersi scrollato di dosso la ruggine dopo un anno in panchina. "La Formula 1 è fatta da dettagli – Ha detto - E ho visto molti dettagli sulla Renault R.S.20. È emozionante vedere il design, ma la prossima cosa chevoglio è sentire cosa si prova nel mettersi al volante".

Se la somma dei dettagli farà il totale che in Renault si aspettano lo vedremo dai primi giri in pista, tra una settimana, a Barcellona.