Al momento va così. Si arranca e si lotta con squadre di metà schieramento come era imprevedibile pronosticare. I problemi Ferrari sono noti e la svolta richiederà tempo, per sanare un progetto sbagliato al di là dei cavalli mancanti dalla power unit. Con questa SF1000 si aprono opportunità per le squadre di metà gruppo, di avvicinare posizioni alte, di battagliare in pista con chi, fino allo scorso anno, restava ben lontano.

È il caso di McLaren, in crescita e con un terzo posto nel mondiale Costruttori dopo tre gare da difendere. Soprattutto dalla minaccia Racing Point, nella fase attuale del campionato. E se in ottica 2021, con la motorizzazione Mercedes – ma non il cambio, che verrà progettato a Woking -, McLaren può diventare una minaccia ancor più seria per il podio, quest’anno l’ambizione è di sfidare la Ferrari.

Fiducia riposta negli sviluppi 

Silverstone è alle porte, si preannuncia – sulla base di quanto visto in Austria e Ungheria, al netto di ulteriori sviluppi alla SF1000 – un doppio passaggio ostico per la Rossa. Silverstone gara di casa di un Lando Norris chiamato a riscattare il week end in Ungheria, che spiega: Abbiamo un’opportunità per battere la Ferrari, per lottare con loro nell’arco di tutta la stagione. Per noi vorrebbe dire molto, che squadra, compiere il passo successivo e battere un team che ha corso davanti per molti anni, così da dimostrare i progressi che abbiamo compiuto.

Sterzi a parte: Dichiarazione d'amore infinito a Imola

Ci darebbe un po’ più di quella spinta per continuare e batterli in futuro. Abbiamo ancora degli aggiornamenti in arrivo, la Ferrari sembra essere in una posizione difficile al momento con quel che stanno provando a fare e ottenere”.

Budapest meglio del previsto

Ed è la valutazione della prestazione prodotta in Ungheria, dove al nuovo fondo – già presente in Austria – si è aggiunta un’ala posteriore modificata, che dà motivo a Norris di considerare possibile la sfida, potenzialmente con il terzo posto nel Costruttori in ballo, Racing Point permettendo. “Hanno introdotto i grandi sviluppi, o molti di essi, a Budapest ed è sembrata una situazione di maggior speranza rispetto a quanto non ci aspettassimo, perché hanno performato neanche lontanamente da quel che eravamo abituati”, riporta l’agenzia Reuters.

GP Gran Bretagna, gli orari di Sky e TV8

Norris il prossimo anno avrà Daniel Ricciardo accanto, con Carlos Sainz destinato a Maranello. Oggi, osservando questa Ferrari e questa McLaren, le battute sono naturali: “Abbiamo scherzato ma senza girare il coltello nella piaga. So come funziona il karma e quanto facilmente le cose possano andare nella direzione opposta. Penso correremo delle gare quest’anno nelle quali la Ferrari ci batterà facilmente e sarà Carlos a dire ‘Guarda chi se la ride, ora’. So come la F1 può cambiare e faranno probabilmente un ottimo lavoro per tornare ai livelli normali ed essere molto competitivi”.