Giudizi sul format del weekend ridisegnato per la Qualifica Sprint? Aspettiamo e vediamo. In pieno stile Kimi Raikkonen, il pilota finlandese dell'Alfa Romeo-Sauber non si è sbilanciato sui giudizi della novità assoluta che debutterà nell'imminente fine settimana del GP Gran Bretagna. Per lui meglio aspettare la prova pratica, come ha spiegato alla testata GPFans.

GP Gran Bretagna, gli orari: attenzione alle novità!


Kimi attende la verifica in pista

Il campione del mondo 2007 ha risposto in modo distaccato su come gestirà il programma del fine settimana, differente rispetto a quello standard: "Non ho ancora guardato a come sarà il format, quindi non posso ancora rispondere su quale sarà la mia preparazione. Basta arrivare al fine settimana e vedere come funziona. Non ho aspettative, di sicuro faremo del nostro meglio a prescindere dal programma, speriamo di fare bene. Una gara in più? Per noi è quello che è, non me ne preoccupo. Non abbiamo mai fatto niente del genere fino ad ora, vediamo come va prima di dire se è qualcosa di buono oppure no".

Sterzi a parte: Cavicchi? E' bravo e ci fa risarcire!

Non è questione di assetti

Poi Kimi ha parlato del confronto tra lui ed il compagno Antonio Giovinazzi, il quale quest'anno lo sta mettendo in difficoltà, soprattutto in qualifica. Il numero 7 ha spiegato che non è questione di scelte sugli assetti: "Non è il set-up a fare la differenza. Non abbiamo un assetto differente tra qualifiche e gara, provi sempre ad essere veloce sul giro e se hai un buon bilanciamento in qualifica poi questo è un bene anche per la gara, per le gomme e tutto il resto. Non capisco tutte queste storie su assetto da qualifica o da gara, non è mai stato così da quando sono in F1, ma forse per alcuni team ed alcuni piloti è diverso. Voglio fare bene ed ovviamente più in alto ti qualifichi e meglio è, ma non fa molta differenza se sei 15° oppure 18°. L'obiettivo è sempre quello di qualificarci nella miglior posizione possibile, finora quest'anno non è andata bene in prova, ma continuiamo a provarci".

Italia campione d'Europa: le reazioni di Giovinazzi, Leclerc e della Ferrari, mentre Russell ed Hamilton...