Quale sarà il GP che andrà a sostituire l'appuntamento di Melbourne, a fine novembre, cancellato? Mentre la Formula 1 definisce gli aggiustamenti necessari a seguito delle restrizioni dettate dalla pandemia, c'è un calendario di test 2022 e delle prime gare del prossimo anno che inizia a prendere forma. 

Sono le indiscrezioni diffuse da Auto Motor und Sport a far luce sui primi passi che compiranno le monoposto 2022, a partire dai test.

Test, l'utilità di Barcellona

Diversamente da quanto accaduto quest'anno, con un'unica sessione di tre giorni in programma a Sakhir, decisione maturata per contenere i costi a macchine largamente invariate, nel 2022 si disputeranno due sessioni di test invernali.

Ciascuna prevederà tre giornate di attività in pista e si dovrebbe iniziare già a fine febbraio, dal 23 al 25 in quel di Barcellona. Appena 6 giornate di testa restano un tempo molto limitato per le squadre, chiamate a dover scoprire i progetti della rivoluzione tecnica.

Il Montmelo, per le caratteristiche del circuito, appare come una sede irrinunciabile, vista la completezza dei riscontri che è in grado di offrire. Peraltro, è favorevole la collocazione europea, relativamente a breve distanza dalle fabbriche, per immaginare pronte reazioni in caso di problemi e imprevisti in pista.

È altrettanto noto come i rischi di un meteo con temperature rigide, insieme al fattore pioggia, siano poco favorevoli alla valutazione delle gomme in condizioni rappresentative. 

Bahrain per le gomme e prologo alla stagione

Così, la seconda sessione di test invernali 2022 si sposterebbe in Bahrain, dall'11 al 13 marzo. Temperature molto più elevate, un asfalto parecchio aggressivo, Sakhir andrebbe a completare il terreno di analisi delle novità tecniche - gomme e aerodinamica - in arrivo il prossimo anno.

Il Circus che si sposta in Bahrain per i test vuol dire, anche, nell'economia del campionato e dell'ottimizzazione dei costi, dare avvio al mondiale da Sakhir. L'Australia ha abdicato al ruolo di round d'apertura, le stesse autorità dello Stato di Victoria, al quale appartiene Melbourne, hanno indicato in aprile il periodo "minimo" per immaginare una normalità d'accesso nel Paese che permetta alla Formula 1 di poter correre sull'Albert Park rinnovato.

A breve distanza dal secondo test in Bahrain, quindi, si disputerebbe il Gran Premio inaugurale e, subito dopo, probabilmente già con un back-to-back, si andrebbe al secondo GP, passando dall'Arabia Saudita. Il circuito di Jeddah è in fase di realizzazione e ospiterà la prima edizione il prossimo 5 dicembre.

Una prima bozza del calendario di Formula 1 2022 dovrebbe essere pronta, come di consueto, a inizio settembre.