Imola non è stata solo una comparsa nel calendario della F1 per tappare i buchi causati dalla pandemia. Il Gp dell'Emilia Romagna, sul circuito del Santerno, è rientrato nel giro del Circus per rimanerci, anche nel 2022 e per gli anni successivi, sicuramente fino al 2025.

I dettagli dell'accordo

E’ la notizia più attesa dal motorsport italiano, che arriva direttamente dal Presidente della Regione Emila-Romagna, Stefano Bonaccini, che ha parlato durante la conferenza di presentazione del bilancio. Dal presidente del Consiglio, Mario Draghi, è arrivato il mandato ad Aci a sottoscrivere il contratto con Formula One, garantendo l'investimento economico necessario.

L'impegno annuale sarà di 20 milioni di euro: 12 dall'esecutivo nazionale (7 dal ministero degli Affari esteri e dall'Ice, l'Istituto per il commercio estero, e 5 dal ministero dell'Economia e delle Finanze), 5 dalla Regione Emilia-Romagna, 2 milioni dal Con.Ami di Imola e 1 milione dall’Aci.

Calendario F1, Imola verso la permanenza

Le dichiarazioni

"Ringrazio il presidente Draghi e con lui i ministri Di Maio, Franco e Giovannini, per il gioco di squadra che ci permette di centrare un obiettivo non affatto scontato. Con loro il presidente di Aci, Sticchi Damiani, e Stefano Domenicali, amministratore delegato di Formula One Group, che auspico arrivino a sottoscrivere il contratto pluriennale. E ovviamente il Comune di Imola, i vertici del Circuito e il Con.Ami". Così il presidente dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini. "Siamo ormai a un passo da un traguardo storico e dopo il passo decisivo compiuto dal Governo possiamo finalmente annunciarlo: il Gran Premio del Made in Italy e dell'Emilia-Romagna a Imola sarà confermato nel 2022 e fino al 2025. Per riportare così stabilmente il circuito 'Enzo e Dino Ferrari' nel calendario del Mondiale di Formula uno, la sua collocazione naturale - sottolinea Bonaccini - Con la firma del presidente Draghi, che ringrazio, il Governo ha deciso di sostenere la proposta di accordo pluriennale che, come Regione Emilia-Romagna, avevamo presentato insieme al territorio. Dopo le ultime due edizioni sperimentali della corsa, ora il GP a Imola può davvero tornare a essere un appuntamento fisso".