GP Arabia Saudita, Jeddah conto alla rovescia e lavori ancora in corso

GP Arabia Saudita, Jeddah conto alla rovescia e lavori ancora in corso

Il penultimo appuntamento del mondiale di Formula 1 è distante appena un mese ma lo stato dei lavori, specialmente relativi all'edificio della pitlane, appare in ritardo

Fabiano Polimeni

28 ottobre

Il rischio che Jeddah non sia pronta alla prima volta della Formula 1 in Arabia Saudita è, ovviamente, inesistente. Così è da credere, considerato quanto sia stato negli ultimi 12 mesi sottolineato l'aspetto di un GP d'Arabia destinato a essere memorabile, una Monaco d'Oriente. Il fallimento non è contemplabile.

Leggi anche - Hamilton l'ingegnere, la sorpresa social e l'impegno sociale

Resta però una certa perplessità sullo stato di avanzamento dei lavori, a poco più di un mese dalla prima sessione di prove libere. E se i tratti del circuito da asfaltare sembrano essere pronti - al netto di uno sporco che necessariamente andrà trattato a ridosso dell'evento - tutt'altro è lo scenario reativo alle strutture, su un paddock che resta cantiere aperto, operai al lavoro ma una mole enorme di interventi da portare a termine.

Masi sul posto

E' quanto testimoniano le immagini diffuse da Henry Hamilton su Twitter, in occasione di una visita della troupe di F1 a documentare la "nascita" dell'impianto. A Jeddah ha fatto visita anche Michael Masi, in un'ispezione sull'andamento dei lavori e la conformità agli standard FIA. 

L'editoriale del direttore: Austin Power

La Formula 1 sarà una vetrina globale per Jeddah e il Paese, vetrina che esporrà "ciò che si vedrà in tv"...


  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi