Hamilton sogna Silverstone: "I rimbalzi? Max non sa di cosa parlo"

Hamilton sogna Silverstone: "I rimbalzi? Max non sa di cosa parlo"© LAT Images/Mercedes F1

La gara di casa ha caratteristiche sulla carta favorevoli alla W13, con l'interrogativo del rimbalzo. Tema sconosciuto a Verstappen, meno a Sainz, nei commenti di Lewis

Fabiano Polimeni

21 giugno

Il sogno coltivato per un istante: poter entrare nella lotta tra Sainz e Verstappen. Sogno "mostruosamente proibito", oggi, per Mercedes. Hamilton non nasconde le sensazioni migliori avute dalla W13 trovata in gara, rispetto a un venerdì difficilissimo.

Da Montreal riparte con un podio e le speranze rivolte a una Silverstone che dovrebbe replicare un altro livello di competitività, sui valori spagnoli, vista la tipologia di circuito. 

"Andiamo meglio sulle curve da media e alta velocità di quanto non facciamo sulle curve lente, però abbiamo il rimbalzo e non so come sarà nell'affrontare curve come la Copse e tutte le altre", dice guardando a Verstappen, che mima sulla sedia della conferenza stampa post-GP i saltelli della W13.

"Max non sa di cosa sto parlando ma Carlos sa di cosa parlo", prosegue Lewis riferendosi al porpoising e al rimbalzo per assetti eccessivamente rigidi. Più quest'ultima condizione che non il porpoising, assicura Toto Wolff, innesca il bottoming della W13. 

A Silverstone in lotta con Ferrari e Red Bull

"Sarà interessante vedere come andremo a Silverstone. È una gara così importante per noi, per me, voglio solo essere in lotta con questi ragazzi. Alla fine, quand'è entrata la Safety Car, ho sperato di riuscirci, ho sognato di essere in battaglia con loro ma erano veloci; ci arriveremo prima o poi".

C'è poi un'urgenza che segnala Lewis, nel dire quanto diversa fosse la macchina trovata in gara rispetto alle sensazioni del venerdì. Molto più stabile il retrotreno, un accenno di sottosterzo che non dispiace allo stile di Lewis.

Graditi meno esperimenti nel week end

Con un però, sulle sperimentazioni condotte da Mercedes: "Magari può farli George gli esperimenti nella seconda metà della stagione... No, è che stiamo solo provando a risolvere le cose, migliorare come squadra e penso che andando avanti faremo più attenzione sul condurre troppi esperimenti, considerato quanto ti ostacola davvero nel corso del week end.

Soprattutto se hai due sessioni di libere sull'asciutto e non hai la terza. Ci sono molti insegnamenti da raccogliere da questo week end e miglioramenti che possiamo fare. Oggi però la macchina era davvero in una gran condizione, qualcosa che non è avvenuto spesso quest'anno".


  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi