Ottima pole position a Spa di Leclerc, che grazie al tempo di 1'42"519 si assicura la prima posizione per 7 decimi di vantaggio su chi lo segue. In particolare Vettel che nell'ultimo run, nonostante un errore, riesce a togliere il secondo posto in griglia a Hamilton per 15 millesimi, assicurando così l'intera prima fila alla Ferrari. La seconda è invece appannaggio della Mercedes, con Bottas a 0"133 dal compagno di squadra. Qualche problema in Q1 per Verstappen, comunque 5°, mentre Albon non ha insistito data la penalità (partirà dal fondo) e figura 14°.

Ottima prestazione per Renault, con Ricciardo ottimo 6° e Hulkenberg appena dietro per 3 decimi, riuscito a scavalcare Raikkonen per 15 millesimi. Purtroppo l'altra Alfa Romeo ha appiedato Giovinazzi verso la fine delle Q1, quando non stava andando male (aveva guadagnato le Q2 lo stesso). La top ten è completata da Perez, non distante, e Magnussen riuscito ad escludere Grosjean dalle Q3 per 6 centesimi.

Con Sainz "fregato" dalle bandiere rosse in Q1 al pari di altri piloti come Gasly e Kvyat, la McLaren ha comunque Norris 12°, mentre Stroll (come Albon) non ha dato il massimo visto che comunque partirà dietro. Di nuovo in coda Russell e Kubica, con il polacco che oltretutto si è ritrovato con il motore in fiamme causando la prima neutralizzazione in Q1. Così, senza tempo, non potrà nemmeno approfittare delle varie penalità agli altri…

La nostra cronaca con Twitter