Montecarlo significa andare alla ricerca della massima aderenza, su un circuito unico, dalle caratteristiche che non si trovano su nessun'altra pista. Conta il grip meccanico tra i tornantini e le ripartenze che richiedono massima motricità. E al Gran Premio di Monaco, tra meno di due settimane, farà il suo esordio la quinta mescola della gamma Pirelli, la novità del 2016, contraddistinta dalla fascia colorata viola sulla spalla: la gomma Ultrasoft

Una scelta fatta praticamente al buio, da parte dei team, non poteva essere diversamente, perché se è vero che alcune squadre la hanno utilizzate nei test di Barcellona dello scorso inverno, le caratteristiche di un cittadino come Montecarlo sono diametralmente opposte al Montmelò, per layout e non solo, basti pensare alla tipologia di asfalto, senza tralasciare le differenti temperature. Un assaggio da registrare a fini statistici e poco più. 

Le selezioni dei team sono piuttosto differenziate nell'allocazione dei treni di gomme tra le gialle morbide, le rosse supermorbide e le viola ultramorbide. Visto il palcoscenico, si può dire che Mercedes e Red Bull puntano forte sul viola alla roulette del Casinò, scommessa condivisa da Kevin Magnussen su Renault: ben 10 treni di gomme Ultrasoft, 2 appena di Supersoft e 1 di Soft. In gara si cerca tradizionalmente di ridurre al minimo le fermate nel Principato, un pit-stop appena, per non aver problemi nel traffico con più fermate. Con l'abbinamento degli anni scorsi di gomme morbide e supermorbide non è stato un problema per molti riuscire a condurre un gran premio dal singolo pit-stop. La variabile extra è rappresentata, ora, dal comportamento delle Ultrasoft. Interessante, in quest'ottica, l'"abbondanza" di morbide di Toro Rosso e Force India, che potranno condurre le necessarie valutazioni al giovedì, avendo 3 set di gialle.

L'"errore" di Vettel sfuggito quasi a tutti

La Ferrari avrà un treno di gomme gialle in più rispetto a Mercedes e Red Bull, "sacrificando" un set di Pirelli viola. Da notare anche i 5 treni di gomme rosse di Alonso e Button. 

Ricordiamo che la scelta delle coperture viene effettuata 8 settimane prima dell'evento da parte delle scuderie in occasione di gran premi europei. 

Gioventù bruciante, la F1 entra in una nuova epoca

GP Spagna, vincono le 2 soste