Con la Dakar alle spalle, il 2021 del motorsport continua con la 24 Ore di Daytona distante appena due settimane. Prima dell’appuntamento previsto il 30 gennaio prossimo, si va in pista per il tradizionale ROAR, quest’anno appena 7 giorni prima del week end di gara, in una scelta resasi necessaria per limitare gli spostamenti dei team e ottimizzare la logistica.

WEC, Toyota svela la GR010 Hybrid

Altra novità, in un programma che dal 22 al 24 gennaio svilupperà quattro sessioni di prove libere, lo svolgimento di una gara di qualifica, della durata di 100 minuti, per definire la griglia di partenza della 24 Ore di Daytona 2021. Gara di qualifica che si terrà domenica 24 gennaio.

Gli iscritti, il debutto di K Mag

Primo appuntamento della serie IMSA, sono 50 gli equipaggi iscritti, in una presenza ripartita tra 7 prototipi di Classe Dpi, 10 in Classe LMP2, 7 LMP3, 6 macchine in Classe GTLM e 20 in Classe GTD.

Non mancano le novità, a partire dal passaggio di Wayne Taylor Racing – vincitore su Cadillac dell’edizione 2020 - ad Acura, per continuare con il ritorno di Chip Ganassi Racing nel campionato, su Cadillac. Occhi puntati sul prototipo che segnerà il debutto di Kevin Magnussen nella nuova esperienza nel campionato IMSA, in coppia con Renger van der Zande.

Divideranno la Cadillac numero 48, ivnece, Jimmie Johnson, Simon Pagenaud, Mike Rockenfeller e Kamui Kobayashi.

Le Classi GT

Sarà ancora al via della 24 Ore Porsche in Classe GTLM, con MacNeil-Estre-Lietz-Bruni sulla 911 RSR numero 79. E’ un ritorno per Risi Competizione con la Ferrari 488 GTE.

La Classe GTD è feudo Lamborghini, plurivincitrice delle ultime tre edizioni. Paul Miller Racing conferma l’equipaggio Sellers-Snow-Lewis-Caldarelli sulla Huracan GT3 numero 1. Classe che registra l’arrivo di piloti come Ryan Briscoe, Oliver Gavin, Laurens Vanthoor, Earl Bamber, Patrick Pilet e Colton Herta, tutti in pista nella quattro giorni del ROAR Before the Rolex 24.

L'elenco di tutte le squadre iscritte al ROAR