Il prossimo 25 novembre scopriremo nel dettaglio il percorso della Dakar 2021, seconda edizione organizzata in Arabia Saudita, ricca di novità, a partire dallo svolgimento di due prove speciali ripetute e modifiche al regolamento sportivo. Una tappa marathon, partenza e arrivo a Jeddah, sarà ad Ha'il il 9 gennaio l'unica giornata di riposo. 

La partecipazione, causa Covid-19, registra una diminuzione del numero degli iscritti, sono 440 tra piloti e navigatori, per 266 veicoli tra auto, moto, camion e SSV. 

Nella categoria auto c'è una folta rappresentanza di nomi noti, dal campione in carica Carlos Sainz, navigato da Lucas Cruz, a Nasser Al-Attiyah e Mathieu Baumel. Presente anche Peterhansel navigato da Boulanger, la coppia Loeb-Elena con il nuovo progetto BRX T1, completato dalla macchina affidata a Roma e Olivares. Al via anche De Villiers-Bravo, Al Rajhi-von Zitzewitz, proseguendo con Martin Prokop, Romain Dumas, Przygonski, Ten Brinke.

Sarà un'edizione della Dakar nella quale il roadbook verrà consegnato 10 minuti prima dell'inizio della prova speciale, verranno introdotte le Slow Zone da affrontare a 90 km/h in passaggi particolarmente pericolosi, mentre diverrà obbligatorio indossare il giubbino airbag. Limiti imposti al cambio gomme, vietato nella prova Marathon nella categoria Auto, anche tra concorrenti, mentre si inasprisce la norma sulla sostituzione del motore, prevedendo una penalizzazione in caso di sostituzione anche di un solo cilindro.