Una lunga notte di attesa, aggrappati alla speranza. Eppure la straziante cronaca dello stillicidio di bollettini sulle condizioni di Alex Zanardi continua a tenere tutti con il fiato sospeso.

Il campione di Castelmaggiore, ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Le Scotte di Siena dopo l'intervento per le fratture al cranio e al volto riportate nell'incidente con l'handbike, tenuto in coma farmacologico e ventilato meccanicamente, versa in condizioni stabili, ma sempre gravi. A preoccupare i medici, che in questo momento delicato preferiscono non sciogliere la prognosi, resta il quadro neurologico. Il rischio che tutto precipiti non è passato.

Cosa dice il bollettino

Secondo quanto si legge nel comunicato dell’ospedale: “Le condizioni attuali di stabilità generale ancora non consentono di escludere la possibilità di eventi avversi e pertanto il paziente resta sempre in prognosi riservata. L’atleta ha trascorso la notte in condizioni di stabilità cardio-respiratoria e metabolica. Le funzioni d'organo sono adeguate. E' sempre sedato, intubato e ventilato meccanicamente. Il neuromonitoraggio ha mostrato una certa stabilità ma questo dato va preso con cautela perché resta grave il quadro neurologico”.