Charles Leclerc è pronto ad iniziare la sua terza stagione in Formula 1, la seconda vestito di rosso. Dopo le sette pole position e le due vittorie nella passata stagione, il monegasco spera ora di migliorare questi numeri, ed ha ben chiaro il modo in cui farlo, come ha detto nell'incontro con i media al di fuori dell'area dell'sopitalità del paddock.

Vettel: "Giusto farsi domande"

“Sono curioso di vedere cosa emergerà dal confronto con le altre squadre – ha esordito Leclerc -, Anche se la pista dell'Albert Park è così unica che di solito non è molto rappresentativa. Per quanto ci riguarda sarebbe bello poter iniziare con un podio, rispetto all'anno scorso alcune cose sono cambiate sulla nostra auto, abbiamo un po' più di carico ed è normale aver pagato un po' in termini di velocità massima. In questa stagione voglio essere più coerente nelle gare, è un qualcosa su cui sto già lavorando dalla seconda parte del campionato passato e spero di fare passi in avanti rispetto al 2019. Mi sarà sicuramente d'aiuto l'essere rimasto nella stessa squadra a lavorare con le stesse persone”.

Hamilton: "Perché siamo qui? Sono scioccato"

Il monegasco esprime un pensiero anche sul Covid-19: ”C'è un'atmosfera insolita, molte persone pensano di stare a casa con le loro famiglie per respingere il virus, purtroppo la situazione in Europa ed in Italia è preoccupante. Le autorià australiane hanno dato il via libera per la gara, dal momento che corriamo speriamo di poter dare ai nostri tifosi qualcosa di cui essere felici, molti italiani sono a casa al momento, dunque si può ipotizzare che guarderanno il GP. In Italia la Ferrari è molto importante, magari non saremo in grado di dare una grande gioia, ma speriamo di poter dare loro almeno un attimo di respiro”.