Una domenica da dimenticare per Charles Leclerc, mestamente 11° sotto la bandiera a scacchi. Una giornata molto diversa rispetto a quanto immaginato per il monegasco, che ha faticato per tutta la gara, soprattutto con le gomme morbide dopo il primo pit-stop.

Vettel onesto: "Sapevamo che le Mercedes ci avrebbero doppiato"

Una macchina troppo diversa

Leclerc ai microfoni di Sky ha analizzato così il suo Gp d'Ungheria: "Nelle prime fasi volevo passare alle gomme slick, a posteriori possiamo dire che la scelta delle soft non era quella giusta. Dobbiamo imparare, ma secondo me non cambia molto, se anche avessimo fatto la scelta giusta a fine gara sarei stato comunque in difficoltà, nel finale è stato molto difficile, sulla macchina dobbiamo guardare per bene i dati perché non capisco come mai venerdì e anche ieri nonostante in termini di performance vorremmo essere più avanti il bilanciamento c'era, mentre oggi no e non capisco il motivo. Non abbiamo fatto grandi cambiamenti sulla macchina, dobbiamo analizzare tutto ciò".

Cronaca e foto del Gp d'Ungheria

Poco da salvare nella domenica ungherese

Per la Ferrari il fine settimana ungherese ha fruttato appena 8 punti, quelli raccolti da Vettel, mentre Leclerc è rimasto a secco. Motivo per cui c'è poca da salvare dalla trasferta di Budapest: "In qualifica mi sono trovato meglio di quanto pensassi, ma guardando la gara è difficile salvare qualcosa, dobbiamo ancora lavorare molto".

Gp Ungheria, vota il pilota del giorno