Ferrari specializzata nel lento? Binotto: "Non è scontato, pensiamo a Baku"

Ferrari specializzata nel lento? Binotto: "Non è scontato, pensiamo a Baku"© Ferrari

La competitività della SF1000 a Montecarlo ha confermato un tratto, la forza in trazione, emerso già in altre gare del 2021. Mattia Binotto parla del potenziale ancora disponibile e di come non sia scontato ripetere prestazioni come quella di Monaco

Presente in

F.P.

27 maggio

Cinque gare su almeno quattro piste tra loro molto diverse hanno detto di una competitività Ferrari solida. La SF1000 è andata fortissimo a Monaco, è stata tra le migliori nel terzo settore di Barcellona, segnalando un comportamento in trazione, soprattutto, notevole. 

Se a Montecarlo ha corso potenzialmente in lizza per la vittoria, candidatura che tale sarebbe stata se Charles Leclerc fosse regolarmente partito dalla pole, la SF1000 si è difesa bene - per poter essere terza forza della griglia - su piste molto complete come Barcellona e Portimao.

Ecco, davanti c'è Baku, GP d'Azerbaijan, con un tratto tortuoso e lento della tracciatura, primo settore e parte del secondo. Può essere un altro elemento che metterà in luce le doti della monoposto?

Margini di crescita

Mattia Binotto cerca di slegare un'attenzione "pista-dipendente" della competitività Ferrari: "Penso che sì, potrebbero esserci piste con curve lente dove potremmo essere nuovamente competitivi, ma non è qualcosa di scontato. 

Piuttosto che pensare su quale pista saremo nuovamente competitivi, credo che dobbiamo già concentrarci su Baku, che è la prossima gara e poi sulla successiva. C'è ancora margine per sfruttare meglio la macchina", le parole riportate da Autosport.

C'era un tempo in cui chi andava molto forte a Montercarlo si ritrovava naturalmente candidato accreditato all'Hungaroring. In realtà, lo sviluppo degli ultimi campionati, ha leggermente modificato tale simmetria, che resta invece solidissima in prospettiva Singapore. 

Il lavoro a Maranello è orientato quasi totalmente sul 2022, Laurent Mekies l'ha confermato già nelle scorse settimane, tuttavia si può estrarre ancora del potenziale dalla SF1000: "Abbiamo dimostrato d'aver preparato bene il week end di Monaco, possiamo perlomeno valorizzare il potenziale migliore della macchina. Arriveranno anche degli aggiornamenti, non molti, ma ci saranno ed è importante funzionino correttamente", aggiunge Binotto. 

Alonso e i podi in Ferrari: "Quando arrivavo 2°, sembrava un funerale"

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi