E' una Red Bull formato mondiale quella che si presenta a Silverstone per il GP Gran Bretagna. Max Verstappen leader nel mondiale Piloti, squadra davanti in quello Costruttori, la miglior condizione per sognare il ritorno ad un titolo che manca dal 2013. La scuderia di Milton Keynes si presenta sul circuito che si erge a pochi chilometri dal suo quartier generale con un pilota lanciatissimo, Verstappen, ed uno voglioso di riscattare una scialba prova nell'ultima gara, Perez. A Silverstone la RB16B può far bene, ma bisognerà stare attenti alla controffensiva Mercedes, che si presenterà in Inghilterra con una W12 rinnovata nella veste aerodinamica.

Max in guardia verso le Mercedes e aperto verso la Qualifica Sprint

Alla vigilia Verstappen professa calma e fiducia, applaudendo il ritorno del pubblico nella cornice storica di Silverstone: "Riabbracciare i tifosi farà davvero la differenza a Silverstone, il pubblico britannico ama gli sport motoristici e per questo siamo in un posto speciale dove correre. L'anno scorso abbiamo fatto due gare senza la folla sugli spalti e mancava l'atmosfera, la pista resta fantastica ma riavere i fan la renderà ancora migliore e anche se so che sosterranno i piloti britannici, amo vedere la passione che hanno per tutti noi. Spero solo che la gara sarà emozionante anche per loro".
Max ovviamente promuove l'inizio di campionato della sua squadra: "Abbiamo iniziato la stagione molto bene e ovviamente sono molto contento di questo, ma dobbiamo continuare a spingere, non possiamo pensare solo ai nostri risultati finora. Sarà davvero impegnativo e una sfida per tutto il resto dell'anno, ma questo è ciò che lo rende eccitante. Eravamo sicuramente davanti in Austria e la nostra macchina era molto buona lì, ma in Francia abbiamo vinto solo a pochi giri dalla fine, quindi il campionato è molto combattuto, forse anche più di quanto i punti al momento possono far pensare. Ci sono alcune piste difficili in arrivo sulle quali la Mercedes potrebbe essere in vantaggio su di noi, ma abbiamo una grande squadra e stiamo facendo tutto il possibile per cercare di rimanere davanti".
L'olandese mostra apertura verso il format rinnovato del fine settimana, che ospiterà la prima Sprint Qualifying della storia: "Sono aperto alla novità delle gare sprint, mi piace l'idea di avere meno prove prima delle qualifiche ma aspettiamo a dare giudizi, è difficile dire qualcosa a riguardo finché non l'avremo provata in questo fine settimana. In ogni gara corri dei rischi ma devi controllarli, soprattutto quando stai lottando per un campionato, ma non sarà questa gara a determinare il risultato finale".

Perez, voglia di riscatto

Sergio Perez invece vuole una gara diversa rispetto al GP Austria, una domenica conclusa al 6° posto dopo un'escursione sulla ghiaia e due penalità rimediate nei duelli ravvicinati rispettivamente con Norris e Leclerc: "In Austria non è stata la mia giornata, ho imparato da quanto successo e mi sono portato a casa i lati positivi di quella corsa. Dobbiamo continuare a spingere, ora sono concentrato su questo weekend, guardo avanti e non vedo l'ora di tornare in pista a Silverstone. Sono molto entusiasta di rivedere tutti i fan in pista, l'atmosfera è sempre elettrica a Silverstone. Speriamo che anche molte persone del team possano venire a vedere la gara, sono tutti pronti per un buon weekend".
Poi Checo si dice curioso di sperimentare la Qualifica Sprint e guardingo nei confronti della Mercedes: "Ho fiducia e sono carico per questo fine settimana, spero di poter salire di nuovo sul podio. Sarà interessante vedere il nuovo format di gara della F1. Come team abbiamo fatto un grande sforzo per comprendere il nuovo programma, ci siamo preparati molto in vista di questo weekend. Sarà molto diverso per tutti, è sicuramente emozionante e spero che il duro lavoro ci ripaghi. Mercedes? Hanno parlato di aggiornamenti, sono sicuro che saranno molto forti questo fine settimana. Ovviamente anche noi faremo del nostro meglio e speriamo di poter tornare davanti. Vediamo cosa succede!".