"Andiamo a Silverstone, facciamo doppietta e con 30 secondi margine". Così, Toto Wolff, dopo la seconda mazzata austriaca rimediata da Red Bull. Questione di pista, questione di  macchina al palo con gli aggiornamenti. Questioni che portano ad avere Max Verstappen e Red Bull con un bel margine di vantaggio nei due campionati: 32 nel "Piloti", 44 nel "Costruttori". 

Serve chiudere sulla fuga, se possibile. Una condizione da verificare a Silverstone, GP di Gran Bretagna un tempo feudo Mercedes, salvo scoprire quest'anno che di feudi non ve ne sono più, con la velocità trovata da Red Bull. Scoprire una RB16B in difficoltà nel week end del format con la Qualifica sprint sarebbe una gran sorpresa. C'è di più, da considerare: proprio il format, con 3 punti in palio da strappare per far pesare ancora di più il singolo week end di gara.

Silverstone una pista "amica"

"Andiamo a Silverstone per un fine settimana davanti a 140 mila tifosi e nel bel mezzo di una dura lotta per il titolo. Il circuito è a 10 minuti da casa nostra a Brackley, 45 da Brixworth, sarà una spinta enorme gareggiare di fronte a tanti tifosi", dice Toto Wolff.

Poesia, la spinta del pubblico. Serve, più prosaicamente, la spinta degli aggiornamenti, novità annunciate sulla configurazione aerodinamica della W12, per provare a recuperare, specialmente nella prestazione ed efficienza in rettilineo (Hamilton Straight compreso, di fronte ai box, nella nuova titolazione in onore di Lewis).

Leggi anche - Le raccomandazioni della Commissione Hamilton alla F1

"Silverstone è una pista incredibile, veloce e scorrevole, una che speriamo si addica alla nostra macchina, meglio rispetto a Spielberg. Avremo anche dei piccoli aggiornamenti e non vediamo l'ora di scoprire come si comporteranno. Sappiamo di dover dare a Lewis e Valtteri la macchina per poter performare a Silverstone e in fabbrica tutti stanno lavorando sodo per riuscirci", prosegue Wolff. 

Programma delle libere riadattato

Sarà cruciale trovare riscontro ai dati delle simulazioni sin dalla prima ora di prove libere del venerdì, poiché al pomeriggio si andrà già in qualifica, valevole per la griglia di partenza della Qualifica sprint del sabato pomeriggio. Aspetto da non sottovalutare.

"Il primo week end del nuovo formato introduce una nuova sfida per tutte le squadre. Con un'ora sola di prove libere, prima della sessione di qualifica del venerdì, chiunque riuscirà a partire subito in quarta e adattarsi il più in fretta possibile si porterà un vantaggio in tutto il week end. Adegueremo il nostro approccio e i programmi di azione in pista per assicurarci di essere preparati al meglio su ogni aspetto della nuova sfida".