E ora che anche Sebastian Vettel ha la certezza di essere in Formula 1 anche nel 2022, la griglia di partenza del prossimo mondiale aggiunge un altro tassello, proseguendo verso la sua composizione definitiva. Ufficialmente all'appello mancano due sedili da assegnare, il secondo il Haas al fianco di Mazepin e quello in Alfa Romeo insieme a Bottas. Il mercato piloti, dunque, è quasi terminato.

Ferrari, cosa attendersi dalla nuova versione dell'ibrido in arrivo

Giovi, Zhou primo avversario

In realtà il posto ancora assegnabile in Haas è pura formalità, con Mick Schumacher che sta perfezionando l'accordo con Gunther Steiner. Il numero 47 resterà ancora con la squadra americana nel 2022, forte anche del legame tra la Haas e la Ferrari. Quel legame che invece non c'è più tra il Cavallino e l'Alfa Romeo-Sauber, squadra presso la quale il team di Maranello non ha più il diritto di scegliere il titolare su uno dei due sedili. Ed è proprio questo che sta inguaiando Antonio Giovinazzi, che sta lottando con i denti per strappare un rinnovo. La cosa però non pare affatto facile, dal momento che Frédéric Vasseur si sta guardando attorno senza farne mistero. Il pugliese ha in Guanyu Zhou un durissimo avversario per la corsa al volante: il cinese sta disputando un'ottima stagione in Formula 2, dove attualmente occupa la seconda posizione in classifica con a -15 da Piastri dopo aver raccolto due pole, tre vittorie e sette podi totali; ma ad aiutare Zhou potrebbe esserci direttamente il governo cinese, che starebbe preparando, secondo i rumors, una valigia di sponsor non indifferente per consentire al suo pilota di debuttare nei GP. Si tratterebbe del primo pilota cinese di sempre a prendere il via ad un Gran Premio, ed anche per il marchio Alfa Romeo, sul piano commerciale, sarebbe una scelta con buoni vantaggi. Sullo sfondo Nick De Vries, il campione della Formula E ancora in corsa ma defilato per il sedile ad Hinwil.

Qualifica Sprint, Todt ed un sabato da rivedere

Griglia composta

Detto di Alfa ed Haas, tutti gli altri ormai conoscono il loro destino. Gli unici a cambiare colore nel 2022 saranno Russell, che come noto passerà dalla Williams alla Mercedes, e Bottas, che lascerà il posto a George per approdare alla Sauber. In sostanza, quasi tutti i piloti di quest'anno correranno anche nel prossimo campionato: non ci sarà però Kimi Raikkonen, pronto al ritiro. Dunque, se Giovi verrà confermato ben 19 piloti su 20 saranno nuovamente presenti in griglia, altrimenti il numero dei confermati, al di là dei cambi di casacca, scenderà a 18, con un rientro, quello di Alexander Albon, il quale andrà a sostituire Russell a Grove. 

Domenicali pensa al "Grande Slam"

La griglia 2022

Mercedes: Lewis Hamilton - George Russell
Red Bull: Max Verstappen - Sergio Perez
McLaren: Lando Norris - Daniel Ricciardo
Ferrari: Charles Leclerc - Carlos Sainz
Alpine: Fernando Alonso - Esteban Ocon
AlphaTauri: Pierre Gasly - Yuki Tsunoda
Aston Martin: Sebastian Vettel - Lance Stroll
Williams: Nicholas Latifi - Alexander Albon
Alfa Romeo: Valtteri Bottas - ?
Haas: Nikita Mazepin - ?