GP Australia, esserci nel 2022 affinché la F1 non perda la pazienza

GP Australia, esserci nel 2022 affinché la F1 non perda la pazienza

Dopo l'ultima edizione cancellata per le limitazioni all'ingresso nel  Paese, l'organizzatore del GP d'Australia ammette la pressione su Melbourne per esserci a ogni costo nel 2022 e non abusare della "pazienza" della F1

Fabiano Polimeni

18 ottobre

Accordi come quello raggiunto da Imola per una permanenza in calendario fino al 2025 hanno un peso notevolissimo, perché alle porte della Formula 1 certo non mancano i paesi che vorrebbero ospitare un Gran Premio. E bussano con valigie pesanti. Allo stesso modo, questa pressione agisce sui promoter delle gare cancellate causa Covid-19 da due stagioni consecutive. Il caso del GP d'Australia fa il paio con quello del Canada, entrambi fuori dai giochi nel 2021 per le restrizioni imposte all'accesso nel Paese.

Sterzi a parte: Sorelle d’Italia vanto da corsa

Richiama questa pressione, la necessità di onorare un contratto di lungo termine in essere, l'a.d. della società organizzatrice del GP d'Australia, Andrew Westacott. 

Pazienza e contratti

"Per Melbourne si tratta di un appuntamento decisivo. Credo che ci sia un reale rischio che, considerato l'ammontare della competizione per un posto nel calendario della Formula 1, la pazienza possa arrivare solo fino a un certo punto e la pazienza può esaurirsi", dice agli australiani di Drive.

Nel dover cancellare l'edizione 2021, rinviata a novembre per l'impossibilità di rispettare la consueta programmazione di un GP d'Australia a inizio campionato, dalle autorità dello Stato di Vittoria si immaginava l'aprile 2022 quale data verosimilmente esente da problemi all'accesso nel Paese. 

Sarà i 10 aprile 2022, salvo ulteriori colpi di scena, che la Formula 1 correrà sul rinnovato Albert Park, a tre anni dall'ultima esibizione, targata 2019.

"Se non fossimo stati in grado di portare l'evento 2022 in Australia, penso che la Formula 1 avrebbe avuto le sue ragioni a cercare alternative a Mebourne. Sono assolutamente rassicurato dal dialogo e dal fortissimo sostegno che abbiamo dal nostro ministro per lo Sport, il Turismo e i Grandi Eventi, Martin Pakula", ha aggiunto Westacott.

Il calendario di F1 2022

Data

Evento

Circuito

20 marzo

GP Bahrain

Sakhir

27 marzo

GP Arabia Saudita

Jeddah

10 aprile

GP Australia

Melbourne

24 aprile

GP Emilia Romagna

Imola

8 maggio

GP Miami

Miami

22 maggio

GP Spagna

Barcellona

29 maggio

GP Monaco

Montecarlo

12 giugno

GP Azerbaijan

Baku

19 giugno

GP Canada

Montreal

3 luglio

GP Gran Bretagna

Silverstone

10 luglio

GP Austria

Spielberg

24 luglio

GP Francia

Paul Ricard

31 luglio

GP Ungheria

Budapest

28 agosto

GP Belgio

Spa-Francorchamps

4 settembre

GP Olanda

Zandvoort

11 settembre

GP Italia

Monza

25 settembre

GP Russia

Sochi

2 ottobre

GP Singapore

Singapore

9 ottobre

GP Giappone

Suzuka

23 ottobre

GP USA

Austin

30 ottobre

GP Messico

Città del Messico

13 novembre

GP Brasile

San Paolo

20 novembre

GP Abu Dhabi

Yas Marina

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi