Le prime prove libere di Interlagos risultano subito molto veloci, con Hamilton che arriva a 1'11"895 quando la pole dello scorso anno fu in 1'11"282 a parità di gomme soft. Molto veloci anche le Red Bull, che posizionano 2° Verstappen alle spalle dell'inglese per soli 96 millesimi e Ricciardo 4° a 0"476, intervallate da Rosberg 3° staccato di 0"230.

Prosegue la lotta diretta tra Williams e Force India che monopolizzano le posizioni dalla quinta alla ottava, con Bottas, Perez, Hulkenberg e Massa nell'ordine e gap tra 1"234 e 1"423. Seguono con il 9° e il 10° tempo le due Ferrari, con Vettel a 1"672 e Raikkonen a 1"674 (cioè solo 2 ms fra i due), ma la posizione non deve preoccupare anzitempo: entrambi hanno utilizzato solo le Pirelli a mescola media (contro le soft dei crono altrui) e Hamilton ha migliorato di 1"2 circa fra le due mescole, per dare un'idea.

In questa sessione sono stati al volante momentaneamente anche Leclerc e Sirotkin, che figurano in fondo alla lista sia perché hanno usato solo le gomme medie, sia perché il russo è stato vittima di un problema al cambio. Ora l'appuntamento con la nostra cronaca passa alla seconda sessione, che inizia alle ore 17 italiane, ricordando che trovate qui la situazione cronometrica completa di queste prove brasiliane.

Introduzione

Partenza alle ore 13 italiane (le 10 a San Paolo) per la prima sessione di prove libere in preparazione al GP del Brasile, penultimo appuntamento del Mondiale F1 2016. Prove che anche questa volta seguiremo con la nostra cronaca diretta in parallelo tra web e Twitter (@autosprintLIVE).
L'autodromo intitolato a José Carlos Pace e situato nel quartiere di Interlagos è un saliscendi di 4.309 metri e 15 curve, piuttosto rapido da percorrere. Gli ultimi lavori non hanno riguardato la pista, bensì le infrastrutture, con nuovi box aggiunti ai precedenti. Due le zone di attivazione dell'ala mobile (DRS): il rettilineo di partenza e quello fra le curve 3 e 4. Mentre per quanto riguarda le gomme a disposizione, sono quelle più dure nella gamma Pirelli: quindi soft, medium e ("new entry" di quest'anno) hard.
Questa sarà l'ultima gara "di casa" per Felipe Massa, che si è visto addobbare la sua Williams n.19 con il suo nome sul cofano e la scritta "obrigado" (grazie) sull'alettone. Inoltre in queste prime prove libere si attende Charles Leclerc con la Haas, team nel quale il sedile di Gutierrez risulta sempre più "instabile", mentre Sergey Sirotkin sarà alla guida di una delle Renault. Trovate qui alcune indicazioni statistiche e storiche su questo GP giunto alla sua 44esima edizione, e qui la situazione di campionato.

La cronaca "live" con Twitter