Mercedes, Alfa Romeo e le altre: quante novità tecniche a Monaco

Mercedes, Alfa Romeo e le altre: quante novità tecniche a Monaco© Mercedes F1 via Twitter

Ferrari, Aston Martin, Red Bull introducono dettagli meno evidenti e di minor rilievo, perlopiù legate alla specificità di Montecarlo, rispetto alle modifiche presentate da Mercedes e Alfa Romeo

Fabiano Polimeni

26 maggio

Soprattutto Mercedes, ma non solo. Le squadre si presentano al GP di Monaco con una carrellata di novità tecniche. Perlopiù sono accorgimenti specifici per Montecarlo, tra ali posteriori a massimo carico e un incremento del raffreddamento dei freni posteriori. Non mancano, tuttavia, interventi più profondi.

È la Mercedes W14 a segnalarsi per la nuova sospensione anteriore, il nuovo fondo e le pance modificate nei volumi. Poi c'è Alfa Romeo, che introduce una sostanziale evoluzione e coinvolge il cofano motore, il fondo modificato nel disegno dell'entrata dei canali Venturi e sul profilo esterno. Ancora, al retrotreno la monoposto di Bottas e Zhou cambia le carenature dei braccetti della sospensione e introduce un'ala specifica da alto carico, sia nel flap che nella beamwing biplano.

Ferrari, in Spagna un altro pezzo importante degli sviluppi

Le novità in casa Ferrari sono marginali, aspettando il GP di Spagna e più rilevanti interventi, soprattutto alla sospensione posteriore. Tra gli sviluppi sulla SF-23 si contano le differenti carenature dei braccetti delle sospensioni posteriori come le prese di raffreddamento dei freni. L'ala specifica per Montecarlo ha un flap e beamwing più carichi.

Stesso intervento sull'ala posteriore della Red Bull, che somma un intervento sul triangolo della sospensione anteriore per gestire gli angoli "estremi" che richiede la svolta al tornantino ex Loews.

Aston Martin porta a Monaco un'ala posteriore ad hoc, prese dei freni posteriori e ritocca il triangolo superiore della sospensione anteriore adotta un profilo modificato della carenatura dei bracci.

Mercedes, il nuovo fondo per cercare maggior carico

Tornando alla Mercedes, oltre all'andamento delle pance, con prese alte e aperture trapezoidali - che proseguono su volumi delle fiancate abbondanti e con un accenno di rampa e "vasca" nell'estrazione dell'aria dai radiatori -, si conta un fondo tutto nuovo.

Detto come la sospensione di scuola Red Bull, con il triangolo superiore installato molto più in alto nell'elemento più avanzato, sia una misura ottimizzata anche in chiave di gestione dei flussi verso i canali Venturi e non solo di controllo anti-dive, proprio sull'angolazione dei canali sono intervenuti i tecnici.

La variazione dell'inclinazione dei profili verticali all'imbocco dei canali è pensata per incrementare il carico aerodinamico localizzato e quello prodotto al retrotreno, dall'interazione con il diffusore. Al retrotreno debutta un'ala con un flap più carico. 

libere - 1


  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi