Più grande e più intenso, Ferrari Esports Series è pronto a tornare con l'edizione 2021. Avvenuto il lancio del campionato che tanto successo ha riscosso lo stesso anno, grazie ad un premio finale che fa gola a molti: entrare a far parte della Ferrari Driver Academy Esports Team.

Alla caccia del trono di De Salvo

Quest'anno la posta in palio non cambierà, e vedremo chi sarà a prendere il posto di Giovanni De Salvo, vincitore della prima edizione, intervistato da Autosprint subito dopo quella vittoria. Il campionato quest'anno si allarga ulteriormente, e insieme alle gare dà il via anche al concorso dedicato ai "designers", il cosiddetto "livery contest": inviate la vostra livrea e potrete vederla su una delle macchine che sfreccieranno nella realtà virtuale. Lo scorso anno al Ferrari Esports Series si sono avvicinati 20.000 partecipanti, ed il Cavallino spera di confermare questi numeri e magari ampliarli.

Intervista a Simone Iaquinta: dal virtuale a reale e viceversa

Lunga strada verso la finale

La serie andrà nuovamente in scena su "Assetto Corsa", sviluppato da Kunos Simulazioni, e metterà a disposizioni quattro vetture del Cavallino: 488 Challenge Evo, 488 GT3 Evo 2020, 599 XX Evo e FXX K. Le selezioni scatteranno dal mese di aprile, con i piloti chiamati a misurarsi in quattro sessioni di hotlap che selezioneranno i partecipanti alle qualification races che si svolgeranno dal 5 aprile fino a fine luglio. I migliori 48 prenderanno parte alle seconda fase del torneo, da agosto a novembre, e tra questi solo 24 riusciranno alla "Grand Final" prevista per metà dicembre che assegnerà il titolo. Tutte le gare saranno trasmesse in streaming sul canale Twitch di Ferrari Esports l'ultimo martedì di ogni mese da fine agosto fino alla fine della stagione. Le iscrizioni apriranno questa sera alle ore 21 sul sito ufficiale di Ferrari Esports e sono aperte a tutti i cittadini europei maggiorenni, inclusi quelli del Regno Unito.