Con una bozza di regolamento più ampia e dettagliata sul tavolo, resa pubblica dopo essere stata presentata ai Costruttori, si registrano le prime reazioni alla convergenza delineata da IMSA, ACO e WEC verso il campionato 2022.

Le specifiche dei prototipi di Classe LMDh, la possibilità per le Hypercar del WEC di correre nella serie americana – purché progetti di costruttori auto mainstream e previa verifica delle prestazioni sui singoli circuiti –, sono nuovi tasselli in attesa del prossimo settembre, del regolamento definitivo da introdurre dal 2022, salvo rinvii concordati con i costruttori, alla luce delle difficoltà dettate dalla pandemia.

Gilles Villeneuve, 38 anni fa l'ultimo volo dell'Aviatore

In Porsche, negli ultimi mesi, non sono mancate le manifestazioni d’interesse verso la formula tecnica della Classe LMDh, con tanto di gruppo di lavoro incaricato di esaminare i regolamenti in funzione di un prossimo impegno.

Da Fritz Enzinger, vicepresidente di Porsche Motorsport, la conferma di tale interesse, resa via Twitter: ACO e IMSA hanno soddisfatto le nostre aspettative. Sarà possibile competere per la vittoria assoluta nelle più importanti serie endurance con un unico veicolo. Adesso stiamo avviando lo studio del concept commissionato dal nostro consiglio d’amministrazione”.

Studio che, nel caso del prototipo LMDh, è circoscritto al motore termico, poiché il telaio sarà progettato e fornito da una delle quattro aziende responsabili della progettazione LMP2 mentre la componente elettrica del sistema sarà standard e prevede l'installazione al retrotreno.

Porsche Carrera Cup Italia 2020 sbarca sugli eSports