L'editoriale del Direttore: FIA, una svolta epocale

L'editoriale del Direttore: FIA, una svolta epocale

"La nomina di Natalie Robyn come nostro primo CEO in assoluto rappresenta un momento di trasformazione della nostra federazione", ha detto Mohammed Ben Sulayem

Andrea Cordovani

19 settembre

La FIA è un cantiere aperto. Le ruspe della trasformazione sono in azione per tracciare un solco profondo dentro al quale edificare un futuro che segni una chiara linea di demarcazione con il passato. La nomina di Natalie Robyn nel ruolo di amministratore delegato apre nuovi scenari e fa riscrivere la storia. È una svolta epocale per la Federazione Internazionale. Prende forma e consistenza il nuovo corso tracciato dal presidente Mohammed Ben Sulayem. Il manager ed ex rallista di Dubai ha segnato l’inizio del suo mandato nel segno della rottura con la precede


Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora
  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi