Agag e De Ferran lanciano Extreme E, tra sport ed ecologia

Agag e De Ferran lanciano Extreme E, tra sport ed ecologia

Il format prevede, dal 2021, una competizione tra suv elettrici in posti remoti della Terra. L'obiettivo: gareggiare e sensibilizzare sui temi del riscaldamento globale, l'inquinamento e la protezione del pianeta

Fabiano Polimeni

31 gennaio 2019

Premessa d’obbligo, prima di frettolosi bollini del tipo “rally elettrico” o “cross-country elettrico”, che farebbero saltare sulla sedia i puristi: il progetto Extreme-E presentato da Alejandro Agag e Gil de Ferran a Londra è tutt’altra cosa. Un mix di competizione, sport e sensibilizzazione sui temi dell’inquinamento globale, di tecnica elettrica ed esplorazione. Quando? Dal 2021, quando Extreme-E affronterà cinque tappe in altrettanti angoli remoti ed estremi della Terra: Artico, deserto del Sahara, foresta amazzonica, grandi vette himalayane, isole nell’Oceano Indiano.

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora
  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi