“Prima speciale” ad Alexander Sims, a Riad. L’ePrix inaugurale della Formula E assegna la pole e lo fa su un fondo più vicino a una prova su sterrato del mondiale rally che non all’aderenza che ti aspetteresti dall'asfalto in circuito.

Fa la differenza nell’accesso alla Super pole. Come spesso accade, dal Gruppo 1 nessun pilota supera la tagliola. Il più veloce, Vergne, scatterà 11°. Sono i piloti del Gruppo 2 e, soprattutto, Gruppo 3 a colonizzare le sei posizioni che valgono il giro finale all’attacco della pole.

Bird manca la replica

Si arriva con Bird, De Vries, Vandoorne, Mortara, Sims e D’Ambrosio, nell’ordine. Envision Virgin mette tutti in fila, confermando uno stato di grazia già visto nelle due sessioni di libere. Ma Bird sbaglia nel giro decisivo della Super Pole, primo settore insidioso e tempo della fase a gruppi che resta un miraggio.

Formula E, Stagione 6 al via: le novità regolamentari

A imporre ritmo e precisione è Alexander Sims. BMW agguanta la pole, il pilota inglese i 3 punti supplementari. “Finora è un buon inizio, in qualifica la macchina andava davvero bene e ho fatto un giro molto pulito”, ha commentato Sims.

Sorpresa Mercedes

Lo fa con un giro 7 decimi più rapido del suo migliore nel Gruppo 3 e l’1’14”563 scava un solco su Stoffel Vandoorne, autore di 1’14”839 e in progresso di 3 decimi sul tempo del Gruppo 3 (il migliore, che gli vale 1 punto iridato). Un lavoro fantastico del team, sia io che Nick siamo riusciti a fare dei bei giri, è bello essere lì ma manca ancora molto, vedremo in gara.

Sarà un ePrix insidioso, le condizioni sono state molto difficili per tutta la giornata, c’è tanta polvere in pista e sarà insidioso superare”, ha spiegato Vandoorne.

Una Mercedes in bella mostra quella vista in qualifica. Vandoorne in prima fila, De Vries in seconda. Il giovane pilota in arrivo dalla Formula 2 è l’unico a entrare in Super Pole dal Gruppo 4 ma un errore nel settore conclusivo preclude un tempo ancora migliore dell’1’14”929 che lo porta in terza posizione. “Sono davvero contento della nostra qualifica, forse anche un po’ deluso. In Superpole Alex ha fatto un gran giro. Abbiamo lavorato tanto per prepararci e iniziare cos’ la nuova avventura è incoraggiante”.

Di Grassi e Da Costa, ePrix di rimonta

A completare il terzetto di motogeneratori Mercedes ci pensa Edoardo Mortara, quarto tempo con Venturi. Non altrettanto positiva la qualifica di Felipe Massa, per un errore che lo ha portato fuori traiettoria e quasi contro le barriere. Scatterà 17°.

I tempi e la griglia di partenza dell'ePrix di Riad

Sam Bird e Jerome D’Ambrosio completano la top-6. Alle loro spalle, dal Gruppo 2, ci sarà André Lotterer, Porsche che trova la top ten e precede Rowland (Nissan), Guenther (BMW), Turvey (NIO). Jean Eric Vergne, 11°, è il migliore tra i piloti scesi in pista nel primo gruppo, ovvero, i primi 6 classificati al termine della Stagione 5. Non va oltre la diciannovesima prestazione Lucas Di Grassi (Audi), male anche la qualifica di Antonio Felix Da Costa (DS), 21°.

L'ePrix partirà alle 13:00 ora italiana.