Proprio mentre in rete circola di tutto su di lui - dalle ammissioni più o meno dirette di Webber, alle smentite, mentre la Red Bull ribadisce che farà gli annunci ufficiali a tempo debito - cerchiamo di fare il punto sulla situazione di Daniel Ricciardo. «La scelta del pilota è già stata fatta e sono contento per lui e per l’Australia»: così parlò Mark Webber a Spa, facendo appunto capire che Ricciardo sarà il suo sostituto alla Red Bull. Ora arriva un altro tassello del puzzle: Daniel avrebbe già provato l’abitacolo della sua futura monoposto. Lo scrive il sito di lingua tedesca “Speedweek”, che è un po’ il portavoce della Red Bull in Austria. Il problema di Daniel sarebbe quello di trovare una sistemazione giusta nell’abitacolo che Adrian Newey ha già studiato per il 2014. Fatte salve le misure regolamentari, infatti, le monoposto del prossimo anno dovranno risolvere il problema degli ingombri dati dalle parti ausiliarie del motore (Kers più potente, turbo, motore elettrico supplementare). Da parte sua, Daniel ha un problema diverso: rispetto a Vettel e a Webber, ha il bacino più largo. Quindi bisognerà studiare per lui una sistemazione il più possibile comoda. Alberto Antonini