Con l’Italia è sempre rimasto in contatto, anche se risiede tra Svizzera e Finlandia. Con la Ferrari, Kimi Raikkonen era in realtà in contatto da mesi e in... contratto da settimane. “Sono davvero contento di ritornare a Maranello dopo averci trascorso tre anni fantastici e ricchi di vittorie” – dice Kimi sul sito Ferrari“Ho moltissimi ricordi che mi legano alla Ferrari e li ho sempre portati con me in questi anni, primo fra tutti l’indimenticabile vittoria del Mondiale nel 2007. Non vedo l’ora di tornare alla guida di una Rossa, di ritrovare tante persone con le quali ho stretto forti legami e di lavorare insieme a Fernando, che ritengo un grande pilota straordinario, per regalare alla squadra i successi che si merita”. I successi di Raikkonen in F.1 sono 20: nove con McLaren, nove con Ferrari e due con Lotus. Con la Rossa Raikkonen vinse al debutto in Australia nel 2007, impresa riuscita anche ad Alonso. Stefano Domenicali parla sul sito del team: “Sono lieto di dare il bentornato a Kimi nella Scuderia con cui si è laureato Campione del Mondo. L’ho sentito estremamente felice di tornare a Maranello e molto determinato per affrontare nella maniera migliore il lavoro che lo attende”. Un po’ di lavoro attende anche Stefano, che dovrà gestire due personalità diverse e complesse... “Voglio ringraziare Felipe con tutto il cuore - continua il team principal di Maranello - anche a nome dei nostri tifosi sparsi in tutto il mondo, per lo straordinario lavoro che ha fatto per la squadra in tutti questi anni. Si è sempre comportato da vero uomo squadra, insieme abbiamo vissuto momenti bellissimi ed altri drammatici, che hanno creato un rapporto umano e professionale davvero unico: sarà sempre parte della nostra famiglia e a lui va un augurio speciale per il suo futuro. Adesso dobbiamo rimanere concentrati con tutte le nostre forze sulle ultime sette gare di questo Campionato. Sappiamo di poter contare, come sempre, sul suo contributo per raggiungere insieme i nostri obiettivi: non molleremo di un centimetro fino in fondo”.  Quel “sarà sempre parte della nostra famiglia” fa pensare a un futuro con Ferrari, più che in un’altra squadra di F.1. Per il momento, le voci di mercato danno Hulkenberg come possibile sostituto di Raikkonen alla Lotus.