Dove finirà Felipe Massa? Dopo l’addio alla Ferrari F.1, Stefano Domenicali ha detto di Felipe: «Sarà sempre parte della nostra famiglia». In senso affettivo, può darsi: ma è veramente difficile immaginarsi Felipe in una categoria come la Gt, sulle orme di Giancarlo Fisichella. Come pilota, è il tipo meno adatto per una serie che esige regolarità più che velocità. E la priorità per lui è restare nel Circus. Si fa così strada un’ipotesi interessante: Rob Smedley, per tanti anni ingegnere di Massa, sta cercando una sistemazione alla Williams. Capita spesso che il legame fra pilota e tecnico di pista sia così forte da togliere la motivazione a restare, se uno dei due se ne va. Capita anche che l’ingegnere segua il pilota. E se stavolta lo precedesse? Lo schema è questo: la Lotus deve sostituire Raikkonen con un pilota possibilmente pagante. Pastor Maldonado sarebbe l’uomo adatto. Se lascia la Williams, portandosi lo sponsor Pdvsa, potrebbe subentrare un altro “petroliere”: la brasiliana Petrobras, ritirata dalla F.1 da qualche anno ma del cui ritorno si parla da settimane. Il testimonial ideale sarebbe un pilota verde-oro. E se Massa è libero...