Dopo la pole position conquistata alla sua ultima occasione a Suzuka, Mark Webber riconosce comunque la prestazione di Vettel ma anche la sua capacità di sfruttare l’opportunità: «È una grande pista e ci divertiamo sempre a guidare qui. I giri non erano troppo male oggi, ad essere onesti, ma si vuole sempre un po’ di più qua e là. Sebastian ha avuto un problema in qualifica, quindi è una pole position un po’ meno significativa, se volete, e lui ha comunque fatto un giro fenomenale. Ma, io sono felice di essere in pole, si deve afferrare le opportunità quando si può e ancora hai giri a disposizione. È molto, molto bello come addio, per me, avere la pole position nel mio ultimo tentativo qui a Suzuka. È un grande circuito e non dimenticherò mai il primo settore di oggi, è quello in cui noi lottiamo di più ed è ciò che nella nostra professione conta: guidare lì è una vera attrazione per noi piloti». Non ha ottenuto la sua quinta pole a Suzuka (avrebbe eguagliato Schumacher) ma Sebastian Vettel non si lamenta più di tanto: «Prima di tutto complimenti a Mark, penso che abbia fatto un ottimo giro. Abbiamo avuto un problema in qualifica, ma io non sono molto portato a pensare che “senza questo, con questo, se questo, sai”… Non si può mai sapere e comunque sono secondo. Sono contento del risultato: la prima fila per la squadra è sempre un bene. La macchina era fenomenale oggi, soprattutto nel primo settore. Ti rendi conto dopo che la macchina era davvero fantastica lì e non si ottengono molti giorni in cui la macchina si sente che è ottima e si può davvero spingere al limite. Mi sono divertito nelle qualifiche di oggi e sono felice del secondo posto». Così Christian Horner commenta un risultato che conferma le prestazioni della squadra: «È bello avere conquistato la prima fila per la gara di domani. È stata una performance molto forte quella di Mark oggi nel rivendicare la sua prima pole dell'anno e anche Sebastian, nonostante l’avaria del kers sulla sua auto, ha ottenuto un gran giro. Abbiamo bisogno di capire il problema con la sua macchina, in quanto è la seconda sessione in cui abbiamo avuto un problema di kers. Speriamo di poter trasformare queste posizioni in griglia molto forti in un buon bottino di punti domani». Anche Thierry Salvi conferma, da parte della Renault, l’avaria sulla monoposto di Vettel: «Seb ha avuto un problema di kers in qualifica, che ha dovuto cercare di gestire durante tutto il giro. Vi lascio immaginare il lavoro che doveva fare durante quei giri cronometrati, ma alla fine non ha avuto il beneficio di qualsiasi spinta aggiuntiva. È stato un brillante sforzo da entrambi i piloti per assicurarsi la prima fila. Questo porta il totale di pole della Renault a 209, un nuovo record per i costruttori di motori: qualcosa di cui possiamo essere molto orgogliosi. Ma altrettanto importante è il vantaggio che ci dà per domani». Maurizio Voltini