A Perez, come al mondo, non è ancora stata annunciata ufficialmente la decisione della McLaren di rimpiazzarlo con il 21enne Magnussen nel 2014, ma le voci di corridoio danno già per certo e anche questo sito l‘ha già scritto ieri. E il messicano la sua delusione non la manda a dire: commentando le prestazioni della squadra nel 2013 non ha mancato di metterci tutta l’acredine possibile. «Questo è un grande team, ma dovrebbe essere più umile e guardare in faccia la realtà. Abbiamo una macchina che ci permette di lottare per andare a punti, non di più. La McLaren si è concentrata per capire il nostro stato di competitività invece di sforzarsi di faare una macchina vincente». Perez ha elogiato il team principal, Withmarsh ma ha lanciato una frecciatina. «Withmarsh è un grande leader, non ho nulla contro di lui, guida bene il team ma alla fine una squadra non dipende da una sola persona. Ma ci sono molte persone che non sono abbastanza buone».