Nessun annuncio di mercato nel week end del Gp Brasile: anche se Nico Hülkenberg è già praticamente sicuro in Force India, per completare le ultime caselle del puzzle restavano dubbi legati, soprattutto, alla decisione di Pastor Maldonado. Il venezuelano domenica sera era tranquillo, ma il suo staff ha lavorato molto in questi giorni per avere le necessarie garanzie dalla Lotus. Maldonado ha 40 milioni di Euro di dote ma non vuole sprecarli con un team in difficoltà finanziarie. Per questo, a Interlagos, aveva fatto balenare l’idea della Sauber. Che però è messa anche peggio... Di questa incertezza ha approfittato Sergio Perez che, potendo portare 15 milioni, si è avvicinato alla Force India. Dove Sutil era sicuro di restare, mentre Di Resta è rassegnato a prendere la via della IndyCar. La McLaren ha dato una mano a Perez, lasciato a piedi quasi all’improvviso, per trovare un nuovo volante. A Woking sono sicuri che Sergio rimarrà in F.1. Ma l’accoppiata Hülkenberg-Perez spiazzerebbe Sutil, al quale non resta che bussare alla porta Sauber. Dove il giovane Sirotkin, più volte annunciato titolare, in realtà sarà solo riserva accanto a Gutierrez. Poche certezze per la coppia Caterham: ai volanti di Pic e Van der Garde aspirano in tanti, primo fra tutti Marcus Ericsson. (a.a.)