Hostess, ragazze-immagine, grid-girls. A ogni gran premio lo spettacolo non viene soltanto dalle imprese di Vettel o di Alonso ma anche dalle grid-girls, le ragazze che in griglia reggono le tabelle portanumeri di ogni pilota in quei 30 minuti che vanno dallo schieramento sulla linea di partenza al via del Gp. Sono loro che danno un tocco di grazia ad ogni corsa e rappresentano un contorno femminile di sostanza. Allora perché non votare la più bella? Sul numero speciale di Autosprint con il riassunto di tutta la stagione 2013 ci sono due intere pagine dedicate a loro: le grid-girls di tutte le 19 corse di quest'anno. Tutte bellezze esotiche simboliche del paese che ospitava la gara. Ci sono le biondissime australiane, le coloratissime giapponesi, le seducenti ungheresi, canadesi, spagnole, le esotiche malesi, quelle di Abu Dhabi una volta tanto senza veli che per non far torto a nessuno erano bionde e more, e le sportivissime grid girls del Gp Usa che erano poi le cheerleaders dei Dallas Cowboys, squadra di football americano del Texas. Potete votare le più belle grid-girls partecipando al nostro sondaggio nella colonna a fianco, ma dovete avere sottomano le pagine del numero di Autosprint in edicola per osservare bene le ragazze in questione. I numeri e i Gp indicati nel sondaggio fanno riferimento ad altrettante foto delle grid-girls che trovate su Autosprint n.50 a pagina 64.