La Red Bull continua ad essere fra i principali team subito alle spalle della Mercedes, alternandosi in questo ruolo con la Ferrari, e anche stavolta propone Daniel Ricciardo davanti a Sebastian Vettel dopo le prove libere, seppure di una sola posizione nella graduatoria dei giri veloci: 4° e 5° rispettivamente dopo la seconda sessione. L’australiano commenta così la giornata: «Non è andata troppo male oggi. Penso che le gomme sono sempre un po’ un problema su questa pista, specialmente quelle morbide, che si consumano soprattutto sul lato anteriore sinistro. Da questo punto di vista la curva 1 e la 13, quella che immette sul rettilineo opposto, sono piuttosto disastrose. Si vedono marbles dappertutto, ma penso che sia connaturato al circuito. I nostri long run sono stati abbastanza buoni e abbiamo effettuato più giri di quanto pensassimo, quindi vedremo come sarà per noi domani e soprattutto domenica». Anche Vettel pone l’accento sull’assenza di particolari problemi che ha favorito le prove della squadra: «Non abbiamo avuto problemi seri oggi e così è andata bene dal punto di vista dei test. La pista era molto sporca, credo che fossimo gli unici a girare oggi. Tuttavia resta ancora molto da fare per noi, anzi per me perché non sono ancora nella posizione in cui vorrei essere, ma abbiamo fatto qualche progresso. Il graining delle gomme era nella media, e penso che fosse così anche per gli altri; sono comunque sicuro che migliorerà man mano che andiamo avanti, nel corso del weekend. Anche se, nel caso resti asciutto allora ci sarà un miglioramento, ma se verrà a piovere allora dovremo ripartire da zero ogni volta». Maurizio Voltini