Hamilton con 25 vittorie eguaglia Lauda e Clark, due leggende della F1. Anche se Hamilton i suoi 25 trionfi li ha colti in 133 corse, Lauda in ben 172 e Clark in appena 72 Gp. Quindi la miglior media vittorie/corse disputate è di Clark, con un successo ogni 2,88 gare contro 1 successo ogni 5,32 corse di Hamilton. Ma erano altri tempi e diversi gli avversari. Quel che è certo che Hamilton con 3 vittorie consecutive in 4 gare si avvia a diventare potenziale leader del mondiale perché Rosberg vede svanire in fretta i 25 punti di margine che aveva dopo l’Australia: erano rimasti 11 prima di questo Gp Cina, ora sono appena 4. Un’altra doppietta così in Spagna e Hamilton salirà in testa al campionato. «Adoro questa pista - dice l’inglese - Ho vinto tre volte in Cina, è fantastico. È stata una splendida gara e mi sono divertito molto, specie negli ultimi giri dove ho cercato di tenere alta la temperatura delle gomme. Ho corso un po’ alla cieca con l’assetto perché dopo le prove di venerdì non ero soddisfatto, ho fatto modifiche di set-up ma per via della pioggia non le avevo potute provare sabato su asciutto e quindi ho detto: speriamo funzionino. Sono stati bravi gli ingegneri che hanno scelto alla cieca». La cosa curiosa è che Hamilton ha ricevuto la bandiera a scacchi... un giro prima! «Ho visto la bandiera a scacchi un giro prima sul traguardo, credevo ci fosse un altro giro invece ho visto la bandiera, ho mollato il gas, ero sorpreso perché non c’era nessuno sul muretto del team a festeggiarmi, ho chiesto conferma via radio e mi hanno detto di spingere ancora per un altro giro perché la corsa non era finita! Avrò perso 1/2 secondi ma va bene lo stesso». In effetti la gara è stata conclusa al 55° giro anziché al 56° ed è stata considerata la classifica al 54°.