Vettel e Ricciardo: "Vedremo domani"

Vettel e Ricciardo: "Vedremo domani"
I piloti della Red Bull sono un po' indietro ma confidano di poter abbassare ancora i tempi

Redazione

20 giugno 2014

Autore di uno spettacolare doppio testacoda all’uscita dall’ultima curva, ma non molto avanti nella classifica dei giri veloci, sesto, Sebastian Vettel commenta così quanto fatto oggi: «Questa mattina abbiamo faticato un po’, ma nel pomeriggio è andata meglio. Abbiamo visto che non è stato facile far lavorare le gomme “prime”, quelle più dure, ma domani dovrebbe essere una storia diversa perché sarà un po’ più caldo. Penso che tutti si aspettino un weekend fantastico: noi non siamo i favoriti, mi piacerebbe lo fossimo ma non siamo ancora dove vorremmo. In ogni caso oggi è stata una giornata produttiva, abbiamo fatto progressi nel corso della giornata, e se non altro il fatto che questo sia il nostro Gran Premio di casa rappresenta un’ulteriore motivazione». Poco più dietro nei tempi, cioè ottavo, Daniel Ricciardo ha fatto anche lui un errore simile a quello di Vettel, riuscendo però a controllare la macchina: «Oggi abbiamo imparato dannatamente molto: siamo arrivati al mattino con alcune idee, e alcune hanno funzionato, altre no. Come sempre di venerdì, non c’è mai un venerdì perfetto. E poi al pomeriggio abbiamo provato alcune altre cose e mi sono accorto di aver migliorato parecchio rispetto al primo turno (da 13° a 8°, ndr). Penso che abbiamo in tasca ancora qualcosa e comunque abbiamo raccolto già oggi abbastanza dati per fare ancora meglio domani. Non penso che siamo veloci come le Mercedes, né ci aspettiamo davvero di esserlo, ma speriamo di poter essere di nuovo i migliori dopo di loro». Maurizio Voltini

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi