Per Ricciardo, pista ancora troppo scivolosa

Per Ricciardo, pista ancora troppo scivolosa
Prestazione inconsueta per l'australiano, due volte dietro al compagno di squadra, ma lui non ne fa un dramma e guarda avanti

Redazione

25 luglio 2014

Per una volta Daniel Ricciardo stupisce in senso “negativo”, per essere più indietro rispetto a quanto ci aveva finora abituato e soprattutto dietro al plurititolato compagno di squadra, per via dell’8° e del 7° tempo ottenuti nelle due sessioni del venerdì. Lui non ne fa un dramma, anzi in interviste a caldo ha detto che se Vettel è davanti, allora andrà a vedere la sua telemetria. Poi a freddo resta propositivo e dichiara così: «Ad essere onesti, oggi abbiamo faticato un bel po’ cercando di trovare il grip. Questo circuito tende a diventare un sacco più veloce nel corso del fine settimana. Nella sessione di questa mattina il grip era davvero basso per tutti e abbiamo visto un sacco di gente sbandare. Abbiamo pensato di trovare un po’ più di tenuta questo pomeriggio, ma la pista non è migliorata abbastanza e noi non ci siamo adeguati nel modo giusto, quindi abbiamo un po' di lavoro da fare stasera per capire come muoverci. Ma è così che sono i venerdì: si impara, si provano le cose e speriamo di mettere tutto insieme questa sera nel modo migliore per le qualifiche». Maurizio Voltini

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi