Marco Mattiacci, dopo aver ribadito (vedi l’intervista qui) che la Ferrari vuole tornare a essere la squadra numero uno, sarebbe disposto a accogliere il ritorno di Ross Brawn a braccia aperte. “Se volesse tornare da noi, sarebbe il benvenuto”, ha detto Mattiacci alla Tv americana CNN. “È una figura emblematica, tutti vorrebbero avere Brawn o vorrebbero vedere Ross tornare in Ferrari. Lui è uno dei personaggi più rispettati in F1 con il più alto know how e pedigree. Chiunque sarebbe felice con qualcuno come Ross”. Mattiacci non parla per sentito dire ma ha conosciuto Ross Brawn dopo il suo arrivo in Ferrari. "Ci siamo parlati diverse volte", ha ammesso Mattiacci. "Ross è stato in Ferrari a trovarci qualche tempo fa. È venuto qui con amici quindi è stato molto bello trascorrere con lui un po’ di tempo". Tuttavia Mattiacci sa bene che le possibilità che Brawn, uscito dalla Mercedes F1 a fine 2013, possa tornare in Ferrari sono quasi nulle. Brawn dopoa aver fatto a Maranello il direttore tecnico e quindi il n.2 di Todt, aveva fatto capire che c’era un solo ruolo che l’avrebbe interessato: fare il team principal (prima di Domenicali), cioé il capo del reparto corse. Cosa che ha ribadito in tempi più recenti. Mattiacci precisa anche nell’intervisdta alla Cnn che semmai Brawn dovesse un giorno tornare a Maranello, non sarebbe il 'Numero Uno'. "Al momento io sono il numero uno della squadra", ha detto Mattiacci. “Al momento sto costruendo una nuova squadra, James Allison è il direttore tecnico e voglio iniziare da questo punto”. E poi ha aggiunto, con riferimento a Ross Brawn: "Per ballare il tango bisogna essere in due. Forse Ross è contento di quello che sta facendo”. In realtà Brawn in questo momento è “pensionato” e si diverte andando a pescare: a novembre compirà 60 anni e dubitiamo che sia felice di fare il prepensionato, anche se si sta godendo le decine e decine di milioni incassati nel 2010 della vendita della sua squadra F1 BrawnGp alla Mercedes...