Dal nostro inviato a Sochi (Russia): Alberto Antonini Meno5 di notte a Mosca, +20 a Sochi: questa è un’altra Russia, affacciata sul Mar Nero, dal clima dolce e subtropicale. Una città quasi fantasma di notte, con tanti caffè ma poca gente in giro, punteggiata però dalle luci degli impianti costruiti per le olimpiadi invernali e la F.1. Un po’ Abu Dhabi, un po’ Valencia, la sede del Gp accoglie il Circus con un bel sole. Ma non c’è allegria, c’è tristezza per le condizioni di Jules Bianchi, che definire critiche è purtroppo un eufemismo. Al garage Marussia c’è ancora il suo nome, si discute sull’opportunità di schierare un sostituto - Rossi o Stevens in prima fila -, viene riferito di una lite nel team la notte scorsa. Per Bernie Ecclestone, l’incidente è stato «solo una fatalità». Ma la Fia ha aperto un’inchiesta. Corre voce che questo sarebbe stato in ogni caso l’ultimo Gp per la squadra che ha la bandiera russa sul logo, ma i cui sponsor moscoviti hanno da tempo chiuso i rubinetti. Avrebbero dovuto correre qui a Sochi e poi basta. Nel paddock si parla anche, in maniera insistente, di schierare 3 vetture per team nel 2015. Ma anche senza Marussia e Caterham, il limite minimo (per i diritti tv) di 18 monoposto sarebbe comunque assicurato. Si parla anche di mercato, sicuro, dell’operazione che neppure una settimana fa - tutto è stato definito venerdì sera a Suzuka - ha portato Sebastian Vettel in Ferrari per l’anno prossimo e spiazzato Alonso. Fra i fedelissimi di Fernando, qualcuno inizia a rendersi conto che la trattativa forse non è proprio andata come previsto. Forse è stato sottovalutato l’interlocutore. L’ultimissima voce è quella dello scambio Alonso-Hamilton. Non con la Ferrari, quello si sarebbe potuto fare in estate, ma ora è tardi. No, lo scambio riguardarebbe Mercedes e McLaren, che secondo voci inglesi è pronta ad annunciare Lewis per l’anno prossimo. Così Fernando avrebbe via libera per la Stella. Ma va anche detto che la McLaren ha già liquidato queste voci come prive di fondamento. Anzi, Niki Lauda conferma a "Mundo Deportivo" che lo spagnolo avrebbe firmato per McLaren (a noi risulta con Honda) giovedì scorso. "Hamilton - dice Niki - resterà con noi anche nel 2015". Poi si vedrà.