Nulla da fare per Alexander Rossi. Nonostante fosse stato inserito nella lista degli iscritti diffusa ieri dalla FIA, alla fine il team Marussia ha deciso di non far scendere in pista la seconda vettura in segno di rispetto per Jules Bianchi, sempre in condizioni critiche. Il team ha informato il collegio del Commissari Sportivi di aver ritirato la monoposto, una richiesta subito accolta. Nonostante la presenza a Sochi di Rossi, ed il completamento di una nuova monoposto assemblata dai meccanici di Bianchi, la squadra non se l’è sentita di tornare in pista con la seconda vettura. La monoposto rimarrà nel box per tutto il weekend, per mandare un messaggio di sostegno alla famiglia e a tutte le persone vicine a Bianchi in questo momento difficilissimo. «Non è facile per me trovare delle parole per descrivere quello che provo – ha commentato Chiltonsono devastato da quanto accaduto in Giappone. Oggi possiamo solo dare il nostro affetto, ed non far mancare il sostegno che è arrivato da parte di tutta la famiglia della Formula Uno. Sarà un weekend diverso sul fronte emotivo, ma cercheremo di pregare e di fare il meglio possibile in pista». Roberto Chinchero