Ufficialmente Adrian Newey avrebbe dovuto farsi progressivamente da parte. Il responsabile tecnico della Red Bull ad inizio anno aveva annunciato un passo indietro nel suo ruolo in Formula Uno per dare spazio a progetti alternativi. Si era parlato di un programma con una squadra impegnata nella Coppa America, ed in generale nelle competizioni veliche. Questo sulla “carta”, ma in realtà sembra che Newey sia ancora molto presente nella sede di Milton Kynes. Christian Horner ha recentemente annunciato la sua presenza ad alcuni test e anche a diverse gare del 2015. «Adrian ha fatto un passo indietro – ha chiarito Horner - ma è ancora molto coinvolto. Ha supervisionato il design della nuova vettura e sarà presente ad alcune gare così come alcuni dei test pre-stagionali. Al momento sta dividendo il suo tempo tra Formula Uno e la sezione Tecnologie Avanzate della Red Bull». «Abbiamo recentemente annunciato un progetto con Ben Ainslie (il velista britannico più vincente nella storia della disciplina) nel quale Adrian si concentra principalmente sulla simulazione e sui modelli matematici. Ma sono molto contento di avere ancora Adrian come parte della squadra di Formula Uno, soprattutto nel ruolo di guida per Dan Fallows, Rob Marshall, Pierre Wache e Paul Monaghan, il nostro gruppo di tecnici che considero di alto livello». Horner ha indicato nella riduzione del divario dal propulsore Mercedes la sfida più importante del 2015. «Quella è la sfida, ma ci saranno anche tante novità – ha aggiunto Horner - con Daniel Ricciardo e Daniil Kvyat avremo una nuova line-up di piloti, e nelle prime gara credo che sarà un po’ strano vedere Sebastian in “rosso”. Ci saranno in generale molti cambiamenti, compreso ovviamente il ritorno di Alonso in McLaren. Sarà una stagione molto interessante». Roberto Chinchero