La Renault desidera in tutti i modi colmare il gap di potenza che ha nei confronti delle unità Mercedes. Cyril Abiteboul, Renault Sport F1 Head Engineer, ha infatti ammesso che al termine della scorsa stagione il divario tra i propulsori tedeschi e quelli francesi era di circa 60 cv. Renault, come anche Ferrari, ha combattuto durante l’inverno per poter lavorare sulle unità V6 turbo nel corso del Campionato 2015, allo scopo appunto di raggiungere performance maggiori senza sacrificare queste ultime sull’altare dell’affidabilità. «Speriamo di ridurre della metà il nostro gap (nei confronti delle unità tedesche, ndr) per l’inizio della stagione a Melbourne. A differenza della Mercedes – dichiara Abiteboul inizieremo il Campionato con la versione 2015 del nostro motore. Ad oggi abbiamo usato circa due terzi degli step consentiti per sviluppare la nostra power unit. L’obiettivo è di vincere almeno cinque gare quest’anno». Ricordiamo che nel 2014 il lavoro effettuato dalla Renault ha permesso a Daniel Ricciardo di essere l’unico pilota non motorizzato Mercedes a vincere tre gare contro le sedici della squadra di Brackley. A.C.