da Melbourne: Roberto Chinchero Beccarsi un bel 0"594 alla voce “distacco” in una sessione di qualificazione non è proprio il miglior modo per preparare il primo Gran Premio della stagione. Ma Nico Rosberg (almeno in apparenza) non ha voluto recitare la parte del pilota sotto pressione. «Lewis oggi ha fatto vedere uno stato di forma impressionante – ha confermato il tedesco – ma credo che anche io avevo la velocità per poter giocarmi la pole, ma non sono riuscito a mettere tutto insieme come andava fatto. Onestamente il passo gara non mi preoccupa, nei long run i riscontri sono stati molto buoni, quindi speriamo domani di riuscire a ribaltare i verdetti di oggi». Ma il protagonista della giornata (nonostante gli errori di Rosberg) è stato sembra ombra di dubbi Lewis Hamilton: «È​ ​stato un ottimo inizio di weekend! Mi sembra che sia trascorso poco tempo dall’ultima corsa. La pole di oggi è arrivata grazie al grande lavoro che tutti i ragazzi hanno fatto in fabbrica negli ultimi mesi. Mi sento incredibilmente fortunato ad avere questa vettura. Oggi abbiamo trovato un buon setup e quando hai una vettura così ben bilanciata devi solo pensare a spingere». Per smorzare un po’ il sorriso di Hamilton è necessario tornare un anno indietro, chiedendo se ricorda l’inizio (deludente) dello scorso Mondiale: «Abbiamo avuto una inizio di stagione difficile, lo ricordo bene. Non posso che sperare in un bilancio migliore al termine di questo weekend. Stasera completeremo un bel po’ di lavoro con gli ingegneri, e mi preparerò ad una bella lotta con Nico. Lo scorso anno sono riuscito a recuperare il terreno perso a Melbourne, ma preferirei evitare un’altra partenza ad handicap: meglio iniziare bene!». [conti_gallery id="26708”]