Un violento acquazzone in mattinata ha praticamente bloccato i test F1 che dovevamo iniziare stamattina sulla pista di Spielberg, in Austria dove domenica si è corso il Gran premio. In pista oggi erano previsti Wehrlein sulla Mercedes, Susie Wolff sulla Williams, Vandoorne sulla McLaren, Fuoco sulla Ferrari, Grosjean sulla Lotus Gasly sulla Red Bull, con sulla Force India, Verstappens sulla toro Rosso e Marciello sulla Sauber. Unici a scendere in pista per un solo giro Vandoorne sulla McLaren e Fuoco sulla Ferrari ma soltanto per l’installation lap sotto il diluvio. Poi è stata esposta la bandiera rossa (dopo soli 30 minuti, alle 9.35) per l’eccessiva acqua in pista ed i test sono stati rinviati al pomeriggio. Anche perché tutti i team fanno provare almeno un giovane pilota e non si vuole rischiare sul bagnato con drivers meno esperti in condizioni difficili. È probabile che la giornata persa di oggi, anche se nel pomeriggio magari qualcuno riuscirà a svolgere qualche giro, venga recuperata giovedì 25 prolungando la sessione di test di un ulteriore giorno, anche se Sauber si oppone. Altra opzione sarebbe quella di recuperare la giornata dopo il GP di Silverstone, ma servirebbe una modifica al regolamento.