Stavolta la sua partenza non è stata molto brillante (quantomeno non quanto quella di Raikkonen) ma dopo essere transitato 5° al primo giro Sebastian Vettel ha sfruttato ottimamente tutte le occasioni che gli si sono presentate in gara. Certo il ritiro di Rosberg da un lato, ma anche un'ottima gestione del pitstop assieme alla squadra che gli ha permesso di rientrare davanti a Bottas per restarci fino alla fine. Senza dimenticare nel frattempo un duello abbastanza acceso con lo stesso Kimi, che non ci stava proprio a consegnare la posizione guadagnata in partenza. Un ottimo secondo posto finale per Vettel, dunque, che oltretutto significa il secondo posto pure in classifica generale. «Credo che sia stato giusto essere arrabbiati ieri - sottolinea Vettel al termine della gara - perché ci ha aiutato oggi. Forse sono partito male perché ho fatto slittare le gomme e ho perso subito la posizione su Kimi, ma dopo la seconda safety car sono riuscito a passarlo. Poi è stato importante sfruttare il passo che avevo, ho chiuso il gap con la Williams di Bottas e poi una strategia fantastica mi ha aiutato a passargli davanti. Con Perez ho fatto un sorpasso dove non se l’aspettava e a quel punto avevo il secondo posto in mano. Sono contento di questo risultato: Nico è stato sfortunato, è vero, ma noi siamo sempre stati lì. Questa è la nostra tattica per ora: sfruttare le opportunità per battere una delle Mercedes o tutte e due quando succede».