Più veloce di Rosberg sul giro secco con le gomme soft, Lewis Hamilton si è poi fatto sopravanzare al momento di utilizzare le Pirelli supersoft nelle simulazioni di qualifica. Il problema dal suo punto di vista è che poi anche nelle prove sulla distanza non sembra che tutto sia andato per il verso giusto, dato che pure Vettel si è dimostrato più veloce sul passo gara. Per questo la sua mente è rivolta a come mettere a punto la sua W06 per domani. «È stato un venerdì abbastanza normale - spiega Hamilton a fine prove. - La pista si sta comportando in modo molto simile a quello dell'anno scorso, quindi non c'è molto di nuovo da imparare. Non ho ottenuto il meglio dalle gomme, ma sono in realtà molto forti qui, soprattutto le supersoft. Ho fatto alcuni cambiamenti alla macchina tra le due sessioni e finora è andata piuttosto bene. Il passo sui long run non pare abbastanza buono per cui c'è qualcosa su cui ho bisogno di lavorare. Probabilmente faremo alcune modifiche stasera e spero domani sarà meglio. È molto difficile superare qui, per cui è naturalmente meglio essere in pole. Ma questo non significa che sia impossibile vincere da più indietro». Maurizio Voltini