Una seconda fila tutta Ferrari, subito alle spalle delle Mercedes: può essere un ottimo punto di partenza per la gara. Ma a deludere un po' i tifosi delle Rosse che guardano solo il riscontro cronometrico finale, c'è quel distacco che Sebastian Vettel ha preso dal giro-monstre di Hamilton: 8 decimi. «Delusione? No, non davvero», dice però Vettel alla fine delle qualifiche. «Abbiamo detto varie volte che abbiamo fatto un passo avanti e penso sia così. Credo di essere più vicino in gara alle Mercedes. Ho faticato a trovare il ritmo all’inizio, ma poi le cose sono migliorate. Ho deciso di fermarmi anzitempo per risparmiare un treno di gomme per la gara. Come punto di partenza, 3° e 4° è un buon risultato, e la macchina ha un buon potenziale». Però poi non nasconde un pizzico di delusione: «Sì, mi aspettavo di essere più vicino alla Mercedes. Ma sappiamo che loro hanno il potenziale di dare più potenza al motore in qualifica. Io ho girato bene, anche se abbiamo fatto fatica all’inizio e il gap che c’era è più grande di quello reale. Almeno lo spero».