Ci si sono messi un paio di errori di troppo, così alla fine della giornata Lewis Hamilton si trova a mettere in archivio di essere sempre stato più lento del compagno di squadra in Mercedes, in ogni occasione. Anche perché va rilevato come abbia praticamente fotocopiato le uscite in pista di Rosberg, montando di volta in volta la medesima scelta di mescola. Tutto questo sarà sufficiente ad abbattere il morale del campione inglese? Difficile, ma ovviamente lo vedremo domani in qualifica, pur se Lewis ammette che deve "smussare" qualcosa nella sua guida. Comunque nelle interviste di fine giornata non sembra che Hamilton si sia fatto condizionare più di tanto dai risultati, pur tenendo un basso profilo: «È stato un buon venerdì, nel complesso. La macchina sta comportandosi molto bene, non ci sono stati sorprese o problemi da segnalare in entrambe le sessioni di prove, il che è sempre un buon segno. La comprensione dei pneumatici è stata fondamentale per il nostro lavoro di oggi, perché saranno un fattore importante di questo fine settimana. C'è del lavoro da fare stasera per trovare alcuni miglioramenti dalla macchina e anche nel mio stile di guida. Non vedo l'ora di tornare là fuori e fare un po' di progressi domani». Maurizio Voltini

La fotogallery del venerdì a Sakhir